Studio dell’Erwin Hymer Group: L’Europa in campeggio

Questo era il quesito che si era posto Erwin Hymer Group (EHG), ovvero: Come si distinguono le “Le diverse culture nei confronti del campeggio con roulotte” in ambito europeo? Per scoprirlo, nella primavera del 2018, sono stati intervistati più di 3800 campeggiatori provenienti da nove Paesi diversi.

Nell’ambito del sondaggio online, condotto per conto dell’Erwin Hymer Group nella primavera del 2018, sono stati intervistati proprietari di roulotte e camper, che amano viaggiare con i loro mezzi mobili. Le differenze sono lampanti: mentre inglesi (72%), olandesi (56%) e svedesi (53%) agganciano volentieri il caravan, gli italiani fanno esattamente il contrario. Otto su dieci amanti del campeggio usano il camper. Il rapporto è quasi equilibrato in tutta Europa.

Quasi uguale è però l’età: il campeggiatore medio in Europa ha 43 anni, vive in una famiglia di tre persone ed è un dipendente.

Destinazioni: sogno in comune, il Mediterraneo

La destinazione da sogno degli europei è il Mediterraneo (59%) e si trova al primo posto in quasi tutti i paesi. Vale anche per i campeggiatori svedesi - nonostante le strade da percorrere siano di almeno 1.500 chilometri. Solo gli inglesi sono più attratti dai loro paesaggi. Oltre all'Adriatico e alla Riviera (69%), gli italiani in particolare apprezzano anche i grandi laghi (35%). I tedeschi, d'altra parte, preferiscono il Mare del Nord e il Mar Baltico (45%). Eclatante è anche il desiderio degli olandesi per l’alta montagna (31%), totalmente diversa dalla loro patria pianeggiante.

Le grandi differenze si rivelano anche nella durata del viaggio: mentre l'olandese, il francese e lo svizzero viaggia in media per quasi 14 giorni, la vacanza per gli inglesi dura solo sette giorni - e per gli italiani, i norvegesi e gli svedesi una decina di giorni. Si possono trovare vacanzieri a lungo termine tra i francesi: il 37% ha fatto una vacanza in campeggio negli ultimi tre anni che è durata più di 15 giorni.

A destinazione: riposo e relax - con diversi punti chiave

Riposo e relax sono in cima alla lista delle attività per le vacanze (89%), seguite da escursioni in loco (83%) e visite turistiche (77%). Soprattutto gli italiani non battono la fiacca: le escursioni li interessano, così come le attività di benessere, sportive o culturali (vedi visite ai musei) Agli italiani piace viaggiare con gli amici o partecipare a visite guidate. Con i francesi condividono la passione per il ciclismo. Mentre i turisti inglesi, svedesi, svizzeri o austriaci vanno in vacanza prevalentemente per il relax.

Sono soprattutto gli olandesi e gli italiani che fanno conoscenza con i loro vicini di posteggio, mentre questo non vale per austriaci e svizzeri. Nel complesso, si può affermare che: si creano attivamente contatti. Il 66% degli intervistati è d'accordo con questa affermazione.

Nessuno stress in vacanza - sia in coppia che in famiglia

Il 61% degli intervistati ritiene che: le vacanze comuni in campeggio siano una decisioni comune, sia per coppie che per famiglie. Soprattutto i francesi (71%) e italiani (69%) lo confermano. La composizione delle famiglie è tuttavia diversa: almeno un bambino è presente nel 52% di tutti i campeggiatori, in particolare francesi, inglesi (60% ciascuno) e italiani (55%). L'11% dei campeggiatori britannici viaggia persino con più di due bambini. Il 31% degli intervistati viaggia in coppia come tedeschi, austriaci e svizzeri che desiderano trascorrere il tempo insieme nel camper o nella roulotte.

quotas Volevamo sapere come si comportano i campeggiatori europei, dove si celano le somiglianze e dove differenze. I risultati dello studio ci aiutano ad indirizzare in maniera migliore le nostre offerte in futuro, in base ai bisogni e ai desideri dei nostri gruppi-target.
Stefan von Terzi
responsabile marketing e comunicazione dell’Erwin Hymer Group

Non solo in estate

Sebbene l’idea del campeggio siaprincipalmente associata all'estate e al sole, il campeggio invernale è sempre più frequente. Il 35% dei campeggiatori europei ha già fatto questa esperienza, l'80% dichiara di volerla ripetere. Il campeggio nella neve è soprattutto per i più giovani, e trova i maggiori fan tra i francesi e gli svedesi, meno tra gli austriaci o gli svizzeri, che hanno le piste da sci a pochi passi da casa. Ciononostante , anche il 42% delle persone che non ha mai rpovato il campeggio con camper o roulotte durante da stagione invernale, afferma di essere incuriosito dal questa alternativa. Tra i “curiosi” rientrano soprattutto gli italiani ed inglesi.

Dotazione: nessuno spirito unitario europeo

Anche per quanto riguarda la dotazione, i viaggiatori si dividono: i francesi desiderano il forno a microonde, così come gli inglesi e gli svedesi, che però alla lista dei desideri aggiungono anche un vero e proprio forno. Gli italiani, a differenza delle altre nazioni, vogliono l’angolo cottura più grande possibile, aria condizionata e un grande letto matrimoniale.

Parlando di camera da letto, le maggiori differenze evidenziate riguardano la configurazione. Eccezione fatta per la Germania, dove si preferisce il letto trasversale, in tutta Europa si preferisce il letto matrimoniale (45%). Mentre i letti singoli longitudinali sono ben accetti in Svezia (25%) ed Austria (23%), mentre in Francia (12%) ed Italia (14%) non se ne parla proprio. Per gli austriaci e gli svizzeri, è importante che il letto sia spaziosissimo.

Noleggio peer to peer: nuova tendenza?

Quasi un quarto degli intervistati avrebbe considerato l’idea di mettere a disposizione un veicolo usato o nuovo, mentre l’11% ha affermato di aver già avuto esperienza in merito. Particolarmente disposti al noleggio sono i francesi, mentre tedeschi, austriaci e svedesi metterebbero il veicolo a disposizione solo di famiglia e amici.. Questo aspetto, tuttavia, dipende principalmente dall'età: il 17% di chi ha meno di 29 anni ha già noleggiato il proprio veicolo e il 31% pensa di farlo. Per i campeggiatori di domani la condivisione potrebbe quindi accrescere esponenzialmente la sua importanza.