Luce per sentirsi bene

La luce influisce sul benessere. L’evoluzione ci ha abituato alla luce bianca intensa durante il giorno e alla luce colorata, soffusa e più calda di sera. Il metabolismo e la qualità del sonno traggono beneficio dalla giusta luce. Per tale ragione, Erwin Hymer Group presta particolare attenzione alla luce presente nel camper.

La situazione è nota: uno vuole leggere, l’altro vuole già dormire. E tutto ciò in pochi metri quadrati Le sorgenti luminose nel camper dovrebbero essere progettate per soddisfare le diverse esigenze dell'equipaggio. La sfida: nel camper si fa riferimento ad uno spazio abitativo i cui elementi sono usati diversamente e difficilmente possono essere separati l'uno dall'altro. Pertanto, il gruppo di posti a sedere serve sia per mangiare sia per leggere o per guardare la TV. Ma anche la luce determina il nostro benessere. Un motivo sufficiente per dare un'occhiata più da vicino alla luce nel camper.

Il modello: la luce del giorno

La luce del giorno cambia continuamente e il nostro bioritmo è in perfetta sintonia con esso. Pertanto, i colori della luce variano durante il giorno dalla luce fredda a quella calda, dall’intensità della luce alta a quella più bassa e dall’angolo del fascio di luce piano all’angolo del fascio di luce ottuso. Lo stato del cielo è a volte chiaro (sole), a volte nuvoloso (diffuso) e produce due tipi di luce: la luce solare diretta e la luce diffusa, morbida. La luce diurna contiene l'intero spettro di lunghezze d'onda che possiamo percepire. Pertanto, la riproduzione dei colori non è perfetta come alla luce del giorno.

Fattori di disturbo Display e simili

La vista serale del telefono o del tablet non era prevista nell'evoluzione. La luce ad onda corta ad alto contenuto di blu - come del resto nei display - disturba il ritmo sonno-veglia e ha un effetto negativo sul metabolismo, sull'umore e sul sistema immunitario. Per una profonda rigenerazione durante le vacanze, quindi, le fonti di luce nei caravan e nei camper sono importanti. Il gruppo Erwin Hymer sta lavorando intensamente per ottimizzare le condizioni di illuminazione per i viaggi mobili.

Ci vuole il mix giusto

Per garantire la migliore esperienza in fatto di illuminazione, gli esperti di Erwin Hymer Group hanno definito quattro livelli di illuminazione (soffitto, parete, piano, luce funzionale). Svolgono compiti diversi e creano nella loro interazione le condizioni di luce desiderate.

La combinazione della moderna tecnologia LED e del collegamento in rete consente di includere tutte le fonti e tutti i livelli di illuminazione. Un sistema di controllo centralizzato organizza i vari livelli di illuminazione e mette in scena la luce di atmosfera su misura per ogni scenario. Funziona mediante un pannello fisso, un telecomando o un'app sullo smartphone o sullo smartwatch.

Quattro livelli - molteplici vantaggi

Luce bianca dinamica

Una delle possibilità che deriva dal controllo centrale è la luce bianca dinamica. La sua filosofia persegue l’idea di avvicinarsi al modello della luce del giorno. L’obiettivo è quello di regolare automaticamente l’intensità della luce in base al rispettivo momento della giornata o dell’attività. Pertanto, la fase di attivazione può iniziare dopo essersi alzati con intensità luminosa più elevata e una temperatura di colore di 4.000-6.500 Kelvin, per scendere poi lentamente durante il giorno a 3.000-1.600 Kelvin e per segnalare al corpo l'inizio del sonno notturno.

Illuminazione serale sana

Oltre all’orchestrazione degli stati d’animo, anche i compiti speciali sono tuttavia al centro dell'attenzione: poiché molti vacanzieri non vanno volentieri a letto presto, gli ingegneri del gruppo Erwin Hymer hanno voluto sviluppare una fonte di luce che producesse luce bianca calda ma che non influisse, di sera, sulla produzione di melatonina - l’ormone che aiuta ad addormentarci. Il risultato: le lenti con rivestimento dielettrico fatte di vetro speciale sono in grado di filtrare le lunghezze d'onda della luce primaria che impediscono il rilascio di melatonina. Pertanto, la sorgente luminosa da 2.100 K consente lunghe serate, - senza sentirsi come se ci si fosse alzati dopo che la luce si è spenta.

Illuminare sì, senza abbagliare

Per poter svolgere compiti impegnativi, come la lettura di un libro, è necessaria un’intensità luminosa alta. Tuttavia, l’abbagliamento provoca sgradevoli disfunzioni agli occhi. Un buon luce di lettura è particolarmente importante.

Gli ingenieri prestano particolare attenzione alla qualità della sorgente luminosa e delle superfici. Le linee LED, ad esempio, sono costituite da una serie di punti luce. Anche se sono nascosti, i singoli punti di luce possono essere riflessi, esaltati dalle superfici riflettenti e lucide. Tuttavia, i riflessi creano disordini nella stanza - gli esperti parlano di "rumore visivo" - che influisce negativamente sulla qualità del soggiorno e disturba il benessere. Per evitare ciò, è particolarmente importante la scelta dei materiali e delle finiture nella zona giorno.

Allestimenti luce per occhi indeboliti

L'interazione dei livelli di luce soddisfa le esigenze individuali. Per esempio, gli anziani hanno bisogno di più luce perché, con l’avanzare dell’età, il corpo vitreo dell’occhio risulta offuscato e il muscolo oculare perde la sua elasticità - una richiesta che può essere realizzata facilmente grazie ad una rete di numerosi LED.

Nuove tecnologie, nuove opportunità

In che modo la luce influenza il nostro riposo e quanto il nostro benessere è da tempo sottovalutato. Infine, l’illuminazione interna dei veicoli per il tempo libero era tecnicamente limitata: l’impianto elettrico a 12 volt e le relative lampadine offrivano solo modeste possibilità. Oggi, le tecnologie per il collegamento in rete e la tecnologia LED aprono nuove possibilità e danno il loro contributo ad una esperienza perfetta di vacanza. Grazie al loro ridotto fabbisogno energetico e all'aumento della resa luminosa, aprono dimensioni completamente nuove, soprattutto per i campeggiatori che amano essere autosufficienti.